Per informazioni scrivi a Casella di posta info@santuariobonuighinu.it  o scrivi sul libro degli ospiti.LA VALLE I SUOI TESORI GLI ITINERARI E UN ACCENNO STORICO IL RESTO LO TROVERAI VISITANDOCI

Guardando il sito non si nota a pieno  la sua reale bellezza, l'ideale sarebbe venire e vedere di persona  i suoi  luoghi e percorrere l'itinerario a piedi immersi nella bellezza selvaggia della natura . Partendo dal Santuario si arriva alla grotta de Sa uca e su Tintirriolu, dopo alla grotta de Filiestru con la sua fontana. Passando dalla miniera  de su Caulinu  e sa Preda longa si sale a Su Casteddu e si ritorna al Santuario.

  SANTUARIO:LA FACIATA DELLA CHIESA è uno dei più antichi della Sardegna,  fu costruito su di un villaggio  medievale, oggi inesistente. Si trova traccia sui documenti esistenti presso la Diocesi di Bosa del 1341=1360 ove si parla della fissazione del Decimarium. Le chiesette  della valle continuarono  la loro esistenza sino agli anni 1435=1436 sino alla sconfitta dei Doria. Bonuighinu, S. Andria, S. Ittoria e S. Caderina, di quest'ultima CUMBESSIASancora oggi si trova una parete della chiesetta. Nel 1600 venne costruito il Santuario con le sue CUMBESSIAS  i suoi palazzotti e loggiati che servivano ad ospitare i mercanti che arrivavano da ogni parte dell'sola essendo il mercato più grande di tutto il centro Sardegna. Nel periodo della festa vi  si vendevano  stoffe pregiate  e altre mercanzie. Successivamente nel 1790 venne costruita la facciata e le gradinate. 

  Sa Ucca de su Tintirriolu ,si trova a circa 1 km del Santuario, a prima vista sembra una delle tante aperture nella roccia SA UCCA DE SU TINTIRRIOLU INGRESSOma guardandola bene sembra un occhio di un animale con la sua pupilla. Si accede da una angustaANTICAMERA DELLA GROTTA apertura e si entra in una piccola stanza, poi percorrendo un cunicolo ci si introduce  in una stanza più vasta. Da questa camera si percorrono circa 100 Mt. Per arrivare ad un vasto salone. La grotta continua per circa un km. Con vari cunicoli e altre stanze.

 Le foto dell’interno della grotta Sa Ucca de su Tintirriolu e Filiestru di Mara (ss)  sono pubblicate su concessione n. 1695 Ag. 10 del 30.01.2007 Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza  per i Beni Archeologici delle Province di Sassari e Nuoro  E’ divieto di ulteriore riproduzione e duplicazione con qualsiasi mezzo.

 

Reperto della Grotta Filiestru custodito nel Museo Nazionale Sanna a SassariREPERTI       Reperto Dea Madre custodito nel Museo Nazionale Sanna a Sassari            

Per visitare le grotte bisogna essere accompagnati da persone esperte.                      

SA GRINGRESSO DELLA GROTTA DI FILIESTRUUTTA DE FILIESTRU. Abitazione millenaria, varie civiltà hanno vissuto nelle grotte distanti poche decine di metri una dall'altra. Qui sono stati trovati i reperti più antichi della Sardegna che si trovano presso il Museo Sanna di Sassari. Ai suoi piedi  sgorga una  fontana immersa tra gli alberi,  la grotta  è poco visibilePANORAMA DELLA VALLE DI LOCHERA.

                                                              

Sa miniera de su CaolinuMINIERA. ora non più in uso, ma sin dall'antichità veniva sfruttata come materia prima per la ceramica e altri manufatti. Negli ultimi decenni decine di maresi vi hanno lavorato ed era una o forse l'unica attività alternativa alla pastorizia e all'agricoltura.

 

SA PEDRA LONGASA PEDRA LONGA: cherese durare  che su grastu de sa pedra longa? Espressione dei maresi nei discorsi sull'età.  Una bellissima roccia a forma di cuore, immersa in un  fitto bosco, visibile dalla valle di Lochera.  

 

SURESTI DEL CASTELLO CASTEDDU.  Il castello domina tutta la valle. da qui si intravede tutta la  Planargia, il mare, il  INGRESSO AL CASTELLOMontiferru, Marghine, Logudoro, Villanova Monteleone e Rocca Doria. Venne costruito dai Doria e serviva come avamposto militare, si narra che era anche un rifugio per i regnanti dell'epoca. Si notano ancora i resti sia del Castello che della chiesetta di

Santa Caterina.PARETE DELLA CHIESA DI S. CATERINA                                                                   

Questa è la  valle di Bonuighinu, ma c'e da visitare tutto il territorio di Mara, piccolo ma ricchissimo di siti PANORAMA DEL PAESEarcheologici, come SA TUMBA DE TOMASU  nei pressi del paese, i suoi  numerosi nuraghi, lo stesso paese con le sue chiese, i suoi murale e il Museo dell'arte contadina.

Per informazioni scrivi a Casella di posta info@santuariobonuighinu.it  o scrivi sul libro degli ospiti

HOME PAGEPELLEGRINAGGIODOVE SIAMOSANTUARIOFESTASTORIALIBRO OSPITIPREGHIERAEREMITANU